Si è aperta al Teatro Italia a Roma la campagna elettorale di Francesco Petrocchi e Roberta Angelilli, candidati al consiglio regionale del Lazio come indipendenti nella lista di Forza Italia con Parisi Presidente. Gremito il parterre della sala. Sul palco il consigliere uscente alla Pisana, Luca Malcotti, il parlamentare Vincenzo Piso e il senatore Andrea Augello.

Precariato, tutela della famiglia e dei giovani, lotta alla denatalità, sanità, rilancio delle imprese e finanziamenti europei, sono solo alcuni dei temi trattati che rappresentano parte del programma.

<< Cosa significa riuscire ad avere la forza – ha spiegato l’avvocato, Francesco Petrocchi, già vicepresidente del consiglio provinciale di Roma, assessore e consigliere comunale con oltre 25 anni di militanza nel centrodestra – di affermare la propria indipendenza? Significa non rinunciare ai propri convincimenti. Guardare più al territorio e ai cittadini, piuttosto che ai diktat. Don Minzoni diceva “Che te ne fai delle tue mani pulite se poi le tieni in tasca”. Noi in questi anni non le abbiamo mai tenute in tasca, ci siamo sempre impegnati nella politica di frontiera, negli enti locali, nell’associazionismo, nella cultura. E quelle mani, noi possiamo dire con orgoglio, che a 25 anni di distanza, le abbiamo ancora pulite. Abbiamo fatto tante rinunce per mantenere la nostra coerenza. Oggi possiamo essere qui a testa alta>>. In corsa per stare dalla parte dei “non garantiti”, dei precari, dei giovani e delle famiglie.

<<Ci candidiamo anche per stare dalla parte dei non garantiti – ha concluso Francesco Petrocchi – e di quel nuovo precariato italiano che ormai riguarda l’80 per cento del nostro popolo. L’Italia ha speso circa 15 miliardi di euro per l’accoglienza dei migranti. Io spero che gli stessi fondi vengano spesi per i nostri giovani, per creare investimenti, occupazione per ridare speranza.

Si deve creare una rete di servizi e di sostegno intorno alle famiglie. Allora perché per parallelamente all’edilizia pubblica popolare, non pensare all’edilizia pubblica familiare, con un comodato gratuito di immobili a tempo determinato, per permettere alle giovani coppie di creare una famiglia. Abbiamo in Italia una grossa crisi di denatalità. E allora questo tipo di sostegno alla famiglia può aiutare a risolvere il problema>>.

Onestà, competenza, serietà e determinazione. Sono queste le parole con cui si descrive Roberta Angelilli.

<<Sono stata sempre eletta con le preferenze – ha detto Roberta Angelilli, già parlamentare europeo e vicepresidente del Parlamento Europeo – Non ho mai avuto una scorciatoia, un collegio blindato. E sono orgogliosa di non aver mai avuto questo privilegio.

Per me l’onestà è la base di tutto. Fedina penale pulita. Zero carichi pendenti. Non solo io, ma tutto il nostro gruppo ha la fedina penale pulita.

Perché Forza Italia? Perché è il partito che ha voluto accogliere il nostro progetto e ci ha garantito di essere indipendenti>>. La candidata al consiglio regionale non risparmia critiche all’opposizione.

<<Quando ero a Bruxelles – ha concluso Roberta Angelilli – ho passato gli ultimi cinque anni in quei tavoli in cui si decidevano i fondi comunitari. E io pensavo all’Italia, alla Regione Lazio, alla provincia e a cosa di concreto si poteva fare con quei soldi. Invece questi fondi sono arrivati e noi come al solito siamo in ritardo con il loro utilizzo. Come al solito è difficile accedere a quei fondi. E come al solito c’è la burocrazia, la disinformazione. Sempre le cose come al solito. E io non mi voglio rassegnare.

L’opposizione a Zingaretti in questi anni è stata penosa, inadeguata, insufficiente. Bisogna votare persone che hanno una visione, un progetto, che hanno competenze e capacità, altrimenti non serve assolutamente a nulla, sono opportunità sprecate per i territori e i cittadini>>.

agoratvCRONACA
Si è aperta al Teatro Italia a Roma la campagna elettorale di Francesco Petrocchi e Roberta Angelilli, candidati al consiglio regionale del Lazio come indipendenti nella lista di Forza Italia con Parisi Presidente. Gremito il parterre della sala. Sul palco il consigliere uscente alla Pisana, Luca Malcotti, il parlamentare...