Salgono a 210 i positivi a Monterotondo con la comunicazione da parte della Asl Rm5 di altri 29 casi registrati tra ieri ed, tutti in isolamento domiciliare fortunatamente. Un aumento considerevole che conta 80 nuovi contagi che sono stati comunicati in ritardo alla Asl dai lavoratori della rete che hanno avuto un sovraccarico di oltre 1500 tamponi da analizzare. 

“Ricordo però – spiega il sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone –  che degli ultimi 80 positivi comunicati pochi giorni fa, molti dovranno fare il contro-tampone tra un paio di giorni e dunque dovremmo registrare una diminuzione dei casi.

Nei prossimi giorni con il COC monitoreremo la situazione costantemente”. Da ieri, inoltre, sono stati chiusi alle 18 il giardino del Cigno e il parco Arcobaleno. Per quanto riguarda il drive-in di Monterotondo Scalo, è ora disponibile il servizio di prenotazione online cliccando sul link che segue https://prenota-drive.regione.lazio.it/main/home.

Attualmente nel drive in dello Scalo vengono processati circa 100 tamponi al giorno, a causa del sovraccarico dei laboratori nella lavorazione. “Nei prossimi giorni e probabilmente già dalla prossima settimana – aggiunge Varone – si potrebbe passare alle 200 unità, fino ad arrivare alle 250 unità”. E’ importante avere a disposizione la ricetta dematerializzata e la tessera sanitaria. Si raccomanda di disdire gli appuntamenti non più necessari dal sito Prenota Drive.  In caso di mancata disdetta di una prestazione prenotata e non fruita, sarà richiesto, anche ai titolari di esenzione, il pagamento dell’intero importo della stessa.

In caso di esaurimento dei posti per le date richieste, è sempre possibile rivolgersi alle altre postazioni drive-in della rete regionale.

agoratvCRONACA
Salgono a 210 i positivi a Monterotondo con la comunicazione da parte della Asl Rm5 di altri 29 casi registrati tra ieri ed, tutti in isolamento domiciliare fortunatamente. Un aumento considerevole che conta 80 nuovi contagi che sono stati comunicati in ritardo alla Asl dai lavoratori della rete che...