Sottoposte a riti di magia nera nel loro Paese d’origine e obbligate a prostituirsi sul litorale sud di Roma, per ripagare il debito di 50 mila euro che erano state  costrette a sottoscrivere per arrivare in Italia. L’organizzazione, che reclutava le ragazze in Nigeria, è stata smantellata dai carabinieri della compagnia di Anzio, che hanno arrestato 13 persone: 12 nigeriani, tra cui 4 donne, ed un italiano, ritenuti responsabili a vario titolo di sfruttamento della prostituzione, anche minorile, riduzione in schiavitù, ingresso illegale di clandestini al fine dello sfruttamento sessuale e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. L’indagine, durata oltre un anno e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, trae origine proprio dalle dichiarazioni di una vittima minorenne, all’epoca del suo arrivo a Roma. Nel corso delle attività sono stati sequestrati anche 300 grammi di eroina, 150 di cocaina e 3 chili di marijuana e arrestate 10 persone in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio. Nel territorio della compagnia di Anzio almeno tre “madame” che facevano parte dell’organizzazione, oltre a gestire diverse prostitute nelle abitazioni del luogo, ne reclutavano altre in Nigeria, costantemente controllate e obbligate a prostituirsi tutti i giorni della settimana sotto la minaccia di maledizioni e ritorsioni sulla famiglia d’origine. L’operazione ha coinvolto circa 100 militari della Compagnia di Anzio, diretti dal Maggiore Ugo Floccher  e del Gruppo di Frascati, agli ordini del Tenente Colonnello Luciano Magrini, con la collaborazione dei Carabinieri di Asti e l’ausilio di personale del Nucleo Cinofili di Roma, presente con cani addestrati a rintracciare la droga, e il supporto di un elicottero del Raggruppamento Elicotteri di Pratica di Mare.

agoratvCRONACAROMAVIDEONEWSWEB TV
Sottoposte a riti di magia nera nel loro Paese d’origine e obbligate a prostituirsi sul litorale sud di Roma, per ripagare il debito di 50 mila euro che erano state  costrette a sottoscrivere per arrivare in Italia. L’organizzazione, che reclutava le ragazze in Nigeria, è stata smantellata dai carabinieri...