Esce oggi nelle sale “Sangue sparso”, l’opera prima della regista Emma Moriconi, che con il suo lavoro ripercorre la storia degli anni di piombo. Il film si apre con la morte di Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta avvenuta il 7 gennaio 1978, una data che segna anche un altro omicidio, quello di Stefano Recchioni, avvenuto poche ore dopo. E’ la strage di Acca Larentia. E’ il sangue dei dimenticati. Il “Sangue sparso sulle strade – dice Francesco Storace – Sparso nella memoria di un popolo. Ma anche sangue dimenticato da una cultura erede di un messaggio devastante, per cui – si gridava nelle piazze – ‘uccidere un fascista non e’ reato’. Ho vissuto quegli anni e mai avrei immaginato che ci sarebbe stata la possibilità di tradurli in un’opera riconosciuta di interesse culturale persino dal ministero competente (all’epoca del governo Monti, incredibile)”. Nel video l’intervista realizzata da AgoràTv alla regista Emma Moriconi sul set durante le riprese del film a Monterotondo.

agoratvCINEMACORTOMETRAGGICULTURAROMAVIDEONEWS
Esce oggi nelle sale “Sangue sparso”, l’opera prima della regista Emma Moriconi, che con il suo lavoro ripercorre la storia degli anni di piombo. Il film si apre con la morte di Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta avvenuta il 7 gennaio 1978, una data che segna anche un altro...